venerdì 11 agosto 2017

Firmato, con il ministro Martina, il Protocollo d’intesa “finalizzato al recupero e alla valorizzazione della Pialassa Baiona e del vecchio edificio del mercato ittico di Marina di Ravenna” per un progetto da più di 5 milioni di euro

venerdì 5 agosto ho firmato con firmato il  ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, il Protocollo d’intesa finalizzato al recupero e alla valorizzazione della Pialassa Baiona e del vecchio edificio del mercato ittico di Marina di Ravenna, tra Ministero, Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna, Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centro-settentrionale, Ente parco del Delta del Po Emilia-Romagna.
L’accordo ha per oggetto la realizzazione del progetto di recupero e valorizzazione della zona umida di proprietà comunale “Pialassa Baiona” e la valorizzazione del vecchio edificio del mercato ittico di Marina di Ravenna, mettendo a sistema le capacità tecniche, le funzioni amministrative e le fonti finanziarie tra i soggetti firmatari per un valore di più di 5 milioni di euro.

“Il nostro Progetto strategico nazionale del Feamp – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina –  ha come obiettivo primario la tutela della biodiversità e dell’ecosistema dei territori. L’intervento per valorizzare la Pialassa Baiona va proprio in questa direzione e può costituire un modello. Si tratta di un progetto che assume un rilievo nazionale e nel quale il Ministero è pronto a collaborare pienamente con tutte le istituzioni coinvolte a partire dal Comune di Ravenna e dalla Regione Emilia-Romagna”.


Arriviamo oggi, grazie anche all’ottimo lavoro portato avanti dagli assessori Gianandrea Baroncini e Massimo Cameliani, ad una firma importantissima per Ravenna per il risanamento e la valorizzazione ambientale di una delle aree più pregiate del nostro territorio. Già nel programma di mandato avevamo sottolineato la necessità di attivare un grande investimento sulla Pialassa Baiona per le potenzialità enormi che ha questa parte del nostro territorio sia sul versante dell’economia ittica che dal punto di vista ambientale e turistico, soprattutto per la valorizzazione della zona nord di Ravenna e in particolare dei lidi.
Un accordo strategico che sancisce una forte collaborazione tra gli enti firmatari, in cui il Comune, in coordinamento con il Parco del Delta del Po, seguirà la progettazione, Ministero e Regione finanzieranno le opere sulla Pialassa Baiona e l’Autorità portuale si occuperà della valorizzazione del mercato del pesce.
Un ringraziamento particolare va al Ministro Martina per aver creduto in questo progetto e avere riconosciuto la valenza dell’area a livello nazionale.

L’obiettivo dell’accordo è quello di favorire l’economia ittica e sostenere la crescita e lo sviluppo delle zone di pesca, con particolare attenzione alle tematiche relative alla biodiversità e uso sostenibile delle risorse marino-costiere, rispondendo alle esigenze specifiche delle zone Natura 2000 (rete ecologica definita dalla direttiva europea “Habitat” per garantire la conservazione di habitat e specie).
In tal senso il progetto prevede la valorizzazione del vecchio edificio del mercato ittico di Marina di Ravenna come luogo di memoria storica e di tutela della cultura locale nell’ambito delle attività ittiche, attualmente allo studio dell’Autorità Portuale, titolare dell’immobile.
Per quanto riguarda la Pialassa Baiona il progetto intende contrastare il deterioramento e la progressiva perdita di biodiversità, per promuoverne il ripristino, garantirne vitalità e funzionalità.
Le azioni di conservazione della biodiversità della Pialassa Baiona, non possono prescindere dal ripristino del suo regime idrodinamico e dalla circolazione idrica, permettendo così la vivificazione del bacino e garantendo l’ossigenazione delle acque e il mantenimento di temperature e salinità compatibili con habitat diversificati.
In particolare si prevedono le seguenti attività:

  • apertura di sistemi di collegamento idrico fra il fiume Lamone e la Pialassa Baiona per favorire il ricambio delle acque lagunari e la circolazione attraverso canali e bacini e adeguamento dei sistemi già esistenti per il controllo degli apporti idrici;
  • riprofilatura di argini e barene nella parte settentrionale della Pialassa Baiona;
  • interventi di ripristino ambientale e recupero naturalistico, quali ad esempio la rimozione di rifiuti e strutture abbandonate anche contenenti amianto;
  • ripristino di fasce di vegetazione costiera autoctona con funzione di schermatura e valorizzazione della biodiversità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TAGS