giovedì 29 novembre 2018

Cerimonia per la cittadinanza italiana a 13 ragazzi e ragazze diciottenni

Ho ricevuto tredici ragazzi e ragazze diciottenni, nati in Italia da genitori stranieri, mai espatriati e che hanno fatto richiesta di cittadinanza italiana prima del compimento dei 19 anni,  per una cerimonia durante la quale sono stati accolti come nuovi cittadini italiani ed europei.
Ho ufficializzato con la mia firma l’atto di accertamento della cittadinanza, ai sensi dell’articolo 4 comma 2 della legge 91/1992, e ho consegnato ad ognuno una bandiera italiana, una dell’Unione europea e una copia della Costituzione.

Ci ha fatto davvero molto piacere condividere questo momento tutti insieme, con una cerimonia che lo rende un po’ meno burocratico e molto emozionante.
Lo stato di diritto per questi ragazzi si riconduce allo stato di fatto, perché per noi erano già nostri concittadini. Chiunque di noi nasca in un luogo appartiene infatti a quel luogo e quel luogo gli appartiene. Non esistono leggi che possano cambiare questo stato di fatto.

Ai ragazzi è stato comunicato che riceveranno a casa la tessera elettorale per votare; che dovranno fare la nuova carta d’identità, elettronica e valida per l’espatrio, mentre il passaporto potranno richiederlo alla Questura.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TAGS