mercoledì 15 marzo 2017

Accordo di valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico ravennate tra Ministero, Regione, Provincia e Comune. La gestione di tutti i beni sarà unitaria, raggiungiamo un traguardo importantissimo

Il 20 febbraio al MiBACT a Roma abbiamo firmato con il Ministro ai Beni e delle attività culturali, Dario Franceschini, con l’Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Massimo Mezzetti, l’accordo di valorizzazione e promozione del nostro patrimonio archeologico, storico e artistico.
In virtù di questo accordo, al fine di realizzare la valorizzazione congiunta di tutti i luoghi del nostro patrimonio culturale, di proprietà statale, provinciale e comunale, viene attivata una forma speciale di partenariato con la Fondazione RavennAntica, partner proposto dal Comune e ritenuto idoneo dal MIBACT, che dunque gestirà tutti i servizi di ospitalità e strumentali, con particolare riferimento alla promozione, alla biglietteria e alle visite guidate.


Questo accordo si pone l’obiettivo importantissimo di incrementare e rafforzare, in un quadro di rapporti sinergici fra i diversi attori istituzionali, le politiche pubbliche di conservazione, valorizzazione e fruizione dell’area ravennate, che rappresenta un unicum nel panorama italiano dei beni culturali in ragione del patrimonio artistico di edifici e mosaici paleocristiani, tardo-antichi e bizantini del V e VI secolo e di quello non meno significativo di carattere archeologico risalente al periodo romano
Abbiamo raggiunto un risultato di valore straordinario frutto di un lungo e intenso lavoro, uno dei principali obiettivi che ci eravamo posti. Si tratta di un percorso che continuerà a vederci impegnati a ricercare ulteriori forme di partecipazione e coinvolgimento di altri soggetti pubblici e privati, pensiamo ad esempio alla Curia, alle fondazioni bancarie e ad altri comuni romagnoli.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TAGS